Nel futuro della sinistra c’è l’arcobaleno?

Elezioni finite!
L’Italia a deciso.

Ha vino Veltrisconi..anzi Berlusconi senza Veltri, anche se avrei preferito veltrinotti :-p
L’analisi del voto è chiara a tutti: la lega con una campagna elettorale centrata sul territorio, specie di quello del nord Italia e soprattutto sulla questione Alitalia ha saputo conquistare i consensi degli indecisi, che nell’estrema sinistra è risaputo sono sempre molti. In pratica fuori dai cancelli dell’alitalia c’erano bossi e maroni, ma non bertinotti. Tralascio volutamente il discorso sicurezza o xenofobia di cui la lega è portatrice, perché i fatti parleranno da se tra pochi mesi mostrandoci quanto veramente la lega si sia evoluta culturalemente come vuol far credere.
Alta parte del voto della sinistra l’arcobaleno è confluita nel PD, per la propaganda sul voto utile, mentre altra parte è finita all’italia dei valori con di pietro, che assolutamente non mi è dispiaciuto. Questl’utimo spostamento è stato definito il voto utile di protesta.
Di questa disfatta quindi ne banchettano un pò tutti, dalla A alla T; ovviamente non sono arrivati fino alla Z di storace e della santanché. Continua a leggere