Nel futuro della sinistra c’è l’arcobaleno?

Elezioni finite!
L’Italia a deciso.

Ha vino Veltrisconi..anzi Berlusconi senza Veltri, anche se avrei preferito veltrinotti :-p
L’analisi del voto è chiara a tutti: la lega con una campagna elettorale centrata sul territorio, specie di quello del nord Italia e soprattutto sulla questione Alitalia ha saputo conquistare i consensi degli indecisi, che nell’estrema sinistra è risaputo sono sempre molti. In pratica fuori dai cancelli dell’alitalia c’erano bossi e maroni, ma non bertinotti. Tralascio volutamente il discorso sicurezza o xenofobia di cui la lega è portatrice, perché i fatti parleranno da se tra pochi mesi mostrandoci quanto veramente la lega si sia evoluta culturalemente come vuol far credere.
Alta parte del voto della sinistra l’arcobaleno è confluita nel PD, per la propaganda sul voto utile, mentre altra parte è finita all’italia dei valori con di pietro, che assolutamente non mi è dispiaciuto. Questl’utimo spostamento è stato definito il voto utile di protesta.
Di questa disfatta quindi ne banchettano un pò tutti, dalla A alla T; ovviamente non sono arrivati fino alla Z di storace e della santanché.Gli errori di Bertinotti sono stati principalmente due.
In primis è salito sul carro sbagliato non alleandosi con veltroni. Ha preso la via necessaria ma dolorosa di ricreare culturalmente una sinistra pur sbagliandone la ricetta.
In secundis mi sembra siano mancate un pò le proposte soprapartis, e cioè tutte quelle proposte, che siano socialiste, riformiste o liberali che obiettivamente il paese necessita e desidera; proposte che quindi sarebbero state accettate da un numero di persone maggiore. Di fatto, da tutta la coalizione avrebbero potuto emergere moltissime proposte: come favorire una coscienza ecologica collettiva volendo post-marxista anti-consumismo (sintesi che credo la migliore possibile oggi a sinistra), anche se pecoraro scanio non era all’atezza di spingere una tale proposta con forza. Avrebbero potuto, inoltre, fare proposte economiche e/o legislative per tutelare i giovani, i precari, o i ricercatori come aumentare il numero di borse di studio o di dottorato.
Cosa è sembrato invece della sinistra in campagna elettorale al elettorato medio? Solo ideologia! Mera ideologia. Del resto forse i piedi si erano davvero staccati davvero da terra un pò a tutta la sinistra dato che pensavano di avere addirittura una fetta del 9-10% dei voti.

Premesso ciò, dico che non sono contro l’altalenarsi delle
forze politiche, se ciò può portare ad un risvegliarsi ben venga. I governi cambiano ma le idee restano; si tratterebbe solo di aspettare alcuni anni. Voglio solo dire che di ogni partito si può fare a meno, ma proprio di bertinotti si potra fare a meno?
Le culture sottostanti le bandiere non soccombono allo sparire di queste, ma metabolizzate e digerite da altre culture. Certamente la sinistra radicale non è morta ma confluita nel progressismo riformista..o almeno mi auguro!

Credo comunque che la voce di bertinotti nel governo fosse necessaria, perché ricordava a tutti la realtà che è troppo spesso è fatta di “libertà” economiche per pochi come le multinazionali e gli speculatori edilizi ad esempio; come se la libertà fosse veramente non pagare le tasse..mhà. Tralascio ovviamente dalla critica i piccoli commercianti ed artigiani che sono invece una ricchezza culturale per tutti. Bertinotti forse si è dimostrato agli occhi dell’italia come più tagliato per la militanza che per il governo.
Egli stesso accogliè più volentieri un voto di protesta che un voto di proposta, ed al governo come presidente del consiglio nemmeno ce lo vedrei.
So solo che mancherà a molti con la sua saggezza e la sua profonda conoscenza della società reale e non ideologica, anche se spesso carente di proposte che venivano delegate ad altri. Mancherà a tutti con la sua cultura da vero filosofo e possibile sindacalista, con i sui occhiali da intellettuale accentuati dalla sua “evve” moscia alla francese.

Bisogna ora però che si investa un momento per fare della riflessione personale. Vanno adesso raccolte le idee, riformulati operativamente gli ideali con l’obbiettivo di fare infine proposte sovrapartis, che devono essere il vero manifesto di ogni politico in italia al di là della bandiera.
Sono forse proprio le proposte che sono mancate sia al PD che alla sinistra l’arcobaleno, errore che la lega ha saputo sapientemente intercettare. Quindi credo che serva un mea culpa generale di tutti coloro che si sentano appartenenti alla cultura post-marxista.

Bertinotti si è già dimesso così come peroraro scanio, mentre dei comunisti italiani non interessa a nessuno :-p.
Io personalmente credo che i punti di partenza non debbano essere n’è l’annullamento di un processo di unificazione, n’è all’oppsto ricominciare dal PCI. Credo invece che gli ideali anche se presenti non vadano sbandierati come degli ossessionati, anche perché chi vuol capire capisce comunque con chi si ha a che fare. Bisogna invece fare proposte serie di cui l’Italia tutta ha bisogno, come proprorre una coscienza ambientale verde.

Conclusioni:
– largo ai giovani,
– proposte fattibili,
– indagini realistiche dei potenzili elettori,
– territorializzazione delle proposte partendo dal basso,
– coinvolgimento della gente per cogliere la direzione del malcontento.

Possibili nuovi leader:
– vendola, attuale presidente della puglia, libero tra circa tre anni (in tempo per le prox elezioni);
– cofferati: attuale sindaco di bologna (che l’accusa di xenofobia sia falsa?).

PS il governo potrebbe sempre cadere se ci si allea con udc all’oppsizione tentando di mettere lo psiconano contro fini e bossi.
PPS avrei volevo tanto votare VELTRINOTTI :.-( sigh

Prossimamente scriverò una sintesi di possibili proposte che un partito di sinistra dovrebbe spingere a mio avviso, abbracciando una visione ecologica, europea, anticonsumistica. I dettagli nel prossimo numero 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...